CROCE BIANCA - Guardiani Italiani

Vai ai contenuti

Menu principale:

PERSONAGGI > I GUARDIANI


Sara Monaci ricorda ancora le lunghe attese, quando, da piccola, aspettava ansiosa a casa di suo zio il ritorno dei suoi genitori, che rivestivano un ruolo importante in una grossa azienda estera ed erano spesso in viaggio. I giorni d'attesa sembravano eterni, ma quando suo padre e sua madre tornavano finalmente a casa, Sara si sentiva di nuovo molto felice. A volte vedeva i suoi genitori cupi in volto, ma entrambi facevano di tutto per non farle mancare niente, compreso l'affetto di cui aveva bisogno. Tuttavia, un'inspiegabile inquietudine albergava costantemente nel suo animo. Ci fu una volta, in particolare, che Sara ricorda molto bene. I suoi erano tornati da uno dei loro viaggi e la sera, prima di cena, le capitò di sentirli che parlavano in cucina, sottovoce con tono preoccupato. Dalla stanza accanto la ragazzina non riusciva a capire bene, ma sentì distintamente una frase di suo padre: "Non devi preoccuparti, presto sarà tutto risolto!". Quello fu uno degli ultimi ricordi di suo padre. Dopo quell'episodio, infatti, questi partì nuovamente, da solo, per non fare più ritorno: Un incidente aereo mise definitivamente fine alla sua vita. Anni dopo, quando Sara iniziò a frequentare le superiori, anche sua madre le venne a mancare a causa di un incidente d'auto. Ancora adolescente, la ragazza venne così affidata allo zio paterno. La giovane Sara, però, non si fece abbattere dalle tragedie che avevano colpito la sua famiglia e continuò ad applicarsi nello studio dell'astrofisica, la sua materia preferita. Fin da ragazzina, infatti, era sempre stata attratta dai misteri dell'universo, nelle cui leggi ed equilibri vedeva chiaramente l'operato di una mente superiore.
Il giorno del suo diciottesimo compleanno, Sara viene avvicinata da un uomo dai modi pacati in possesso di informazioni importanti sui suoi genitori. La giovane rimane colpita dalle dichiarazioni dell'uomo secondo cui furono proprio i suoi genitori a chiedergli di rivelarle la verità, al compimento della sua maggiore età, qualora fossero morti. Il racconto del misterioso individuo riporta Sara ai ricordi di quando era solo una bambina e, in un certo senso, riesce a far luce su quella persistente inquietudine che non l'ha mai abbandonata. La ragazza scopre così che i suoi genitori, in verità, erano agenti segreti del più antico, potente e efficace servizio segreto al mondo. Il padre e la madre di Sara, infatti, erano spie dell'Entità, i servizi segreti vaticani, fondati da Pio V, nel 1566, con il nome di Santa Alleanza. L'Entità nei secoli aveva annoverato uomini e donne, sia religiosi che laici, con la missione di tutelare il Cristianesimo e la fede in ogni luogo, ed in ogni dove, e difendere la religione cattolica e la sua libera espressione. Sara scopre anche che i suoi genitori morirono perché, entrati nel Sodalitium Pianum, il programma di controspionaggio dell'Entità, finirono vittime di una rete di traditori che inscenarono gli incidenti per eliminarli. A questo punto, l'uomo la guarda serio in volto e le dice: "Ora, Sara, hai di fronte a te due strade: continuare la tua vita e dimenticare la storia che ti ho raccontato, oppure prendere nelle tue mani l'eredità dei tuoi genitori, disposti a donare la propria vita per aiutarci a distruggere i nemici che attentano all’integrità della nostra Santa Chiesa!". Dopo quelle parole la giovane sente sparire l'inquietudine che fin da piccola l'ha sempre accompagnata. L'uomo intuisce e le rivolge un sorriso benevolo.

Anni dopo... Sara ha appena terminato un'altra missione. E' considerata la numero uno, la migliore, anche grazie al suo speciale addestramento e al potere del teletrasporto, acquisito in un incidente di laboratorio durante una lunga missione che l'ha vista protagonista in un intricato triplo gioco fra supereroi e supercriminali. Ora, è pronta a partire di nuovo, sempre sotto copertura, sempre come supereroina infiltrata e sempre fedele all'Entità. Il cellulare squilla, Sara risponde: "Agente Croce Bianca, operativa!"
Guardiani Italiani - Copyright 2019 Emmetre Service S.a.s.
Torna ai contenuti | Torna al menu